Medicina del Lavoro e Sorveglianza sanitaria

Il protocollo sanitario per la valutazione dell’idoneità alla mansione del lavoratore esposto a rischi specifici sul luogo di lavoro, ai sensi del D.Lgs. 81/08

IL NOSTRO TEAM SI METTERA’ IN CONTATTO CON TE

    Acconsento al trattamento dei dati comunicati mediante il presente modulo

    Consulenza medicina del lavoro

    La sorveglianza sanitaria è l’insieme degli atti medici, finalizzati alla tutela dello stato di salute e sicurezza dei lavoratori, in relazione all’ambiente di lavoro, ai fattori di rischio professionali e alla modalità di svolgimento dell’attività lavorativa.

    Il D.Lgs. 41/08 e s.m.i. impone al datore di lavoro di sottoporre a sorveglianza sanitaria, qualora vi siano i presupposti, con la nomina di un Medico Competente, tutti i soggetti aziendali che tale decreto definisce come lavoratori e che svolgono la loro attività nell’ambito della propria organizzazione.

    Sorveglianza sanitaria: in quali casi è obbligatoria

    La sorveglianza sanitaria è obbligatoria nei casi espressamente previsti dalla normativa e qualora sia richiesta dal lavoratore, e il Medico Competente la ritenga correlata ai rischi professionali. In particolare, quando i lavoratori svolgono delle attività lavorative sottoposte a determinati rischi come:

    • Movimentazione manuale dei carichi e movimenti ripetitivi;
    • Agenti fisici pericolosi (amianto, piombo, radiazioni);
    • Rischio agenti chimici, cancerogeni, mutageni e sensibilizzanti;
    • Rischio agenti biologici;
    • Rischio rumore e vibrazioni;
    • Lavoro notturno;
    • Lavoro in alta quota;
    • Lavoro in ambienti confinati;
    • Lavoro su impianti ad alta tensione;
    • Videoterminalisti che trascorrono più di 20 ore settimanali al computer.

    RICHIEDI UN PREVENTIVO GRATUITO

    Siamo pronti a lavorare al tuo fianco. Richiedi un preventivo gratuito, sarai ricontattato entro poche ore…

    CONTATTACI ORA

    CONTENUTI DI APPROFONDIMENTO