Il credito d’imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno sarà fruibile per gli investimenti effettuati sino al 31 dicembre

L’Agenzia delle Entrate ha aggiornato il modello di comunicazione per fruire dei crediti d’imposta nel Mezzogiorno. La versione aggiornata del modello sarà utilizzabile a partire dal 7 giugno 2022 in sostituzione di quella precedente e servirà anche per presentare le comunicazioni di rettifica e di rinuncia ai crediti d’imposta richiesti con precedenti versioni.

Tra le principali novità riportiamo l’estensione del perimetro geografico di applicazione del bonus investimenti nel Mezzogiorno per l’anno 2022 con particolare riferimento alle regioni di Abruzzo e Molise.

Di seguito l’elenco dei comuni interessati:

ABRUZZO

Provincia di Teramo: Ancarano, Castellalto, Colonnella, Controguerra, Corropoli, Giulianova, Mosciano Sant’Angelo, Nereto, Roseto degli Abruzzi, Sant’Egidio alla Vibrata, Sant’Omero, Teramo, Torano Nuovo

Provincia di L’Aquila: Aielli, Avezzano, Calascio, Carsoli, Castel del Monte, Celano, Fossa, L’Aquila, Magliano dei Marsi, Oricola, Ortucchio, Ovindoli, Rocca di Cambio, Rocca di Mezzo, Sante Maria, Santo Stefano di Sessanio, Scoppito, Trasacco, Pratola Peligna, Raiano, Sulmona

Provincia di Pescara: Città Sant’Angelo, Civitella Casanova, Elice, Farindola, Penne, Alanno, Bolognano, Bussi sul Tirino, Caramanico Terme, Castiglione a Casauria, Cepagatti, Manoppello, Pescara (in parte, solamente per alcune sezioni), Popoli, Rosciano, Scafa, Tocco da Casauria

Provincia di Chieti: Arielli, Casalanguida, Casoli, Castel Frentano, Chieti, Cupello, Fara Filiorum Petri, Fara San Martino, Filetto, Fossacesia, Gissi, Guardiagrele, Lanciano, Miglianico, Monteodorisio, Mozzagrogna, Ortona, Paglieta, Pennapiedimonte, Poggiofiorito, San Giovanni Teatino, San Martino sulla Marruccina, San Salvo, Santa Maria Imbaro, Torrevecchia Teatina, Vacri, Vasto, Villamagna

MOLISE: Intero territorio regionale

RICHIEDI INFORMAZIONI

Bonus investimenti Mezzogiorno: cos’è

Si tratta di un’ agevolazione concessa alle aziende che acquistano beni strumentali nuovi destinati a strutture produttive ubicate nelle regioni Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Molise, Sardegna e Abruzzo quali macchinari, impianti e attrezzature.

Il credito spetta in misure massime differenti a secondo del tipo di impresa che presenta richiesta. Per le regioni Campania, Puglia, Molise, Basilicata, Sicilia e Sardegna il bonus è pari al:

  • 45% per le piccole imprese
  • 35% per le medie imprese
  • 25% per le grandi imprese

Mentre, in Abruzzo scendono al 30% per le piccole imprese, 20% per le medie imprese e 10% per le grandi imprese.

Vuoi saperne di più? Puoi contattare la SCI Network Group