Imprenditoria femminile: fondo perduto e finanziamenti agevolati

Fondo Impresa Donna ha come obiettivo quello di incentivare la partecipazione delle donne al mondo delle imprese, supportando le loro competenze per l’avvio di nuove attività imprenditoriali e la realizzazione di progetti innovativi, attraverso contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati.

A partire da maggio potranno essere presentate le domande da imprese femminili, in particolare si rivolge a:

  • imprese costituite da meno di 12 mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione
  • lavoratrici autonome in possesso di partita IVA aperta da meno di 12 mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione
  • da persone fisiche che intendono avviare l’attività

Le agevolazioni

A seconda che si tratti di imprese femminili in fase di startup o di crescita, le agevolazioni del fondo impresa donna prevedono:

– per la nascita di una nuova impresa, un contributo a fondo perduto:

  • dell’80% delle spese ammissibili (90% in caso di donne disoccupate) nel caso in cui le spese ammissibili siano inferiori a € 100.000, nel limite massimo di €50.000 di contributi concessi
  • del 50% delle spese ammissibili nel caso in cui le spese ammissibili siano superiori a € 100.000 e inferiori a € 250.000

-per lo sviluppo e il consolidamento delle imprese già esistenti, un contributo dell’80% delle spese ammesse, di cui metà a fondo perduto e metà sotto forma di  finanziamento agevolato ad un tasso pari a zero

In entrambi i casi, è possibile richiedere un contributo a fondo perduto del valore massimo di € 5.000 per servizi di assistenza tecnico-gestionale, fruibile in parte attraverso servizi erogati da Invitalia e in parte in forma di voucher per l’acquisto di servizi specialistici presso terzi.

Tipologia di interventi ammissibili

I programmi di investimento per la costituzione e l’avvio di una nuova impresa femminile e lo sviluppo di una già costituita, riguardano le seguenti attività:

  • produzione di beni nei settori dell’industria, artigianato e trasformazione di prodotti agricoli
  • fornitura di servizi, di qualsiasi settore
  • commercio e turismo

Sono considerate ammissibili le spese relative a:

  • immobilizzazioni materiali, con particolare riferimento a impianti, macchinari e attrezzature nuovi di fabbrica, purché coerenti e funzionali all’attività d’impresa, a servizio esclusivo dell’iniziativa agevolata
  • immobilizzazioni immateriali, necessarie all’attività oggetto dell’iniziativa agevolata
  • servizi in cloud funzionali ai processi portanti della gestione aziendale
  • personale dipendente, assunto a tempo indeterminato o determinato dopo la data di presentazione della domanda e impiegato funzionalmente nella realizzazione dell’iniziativa agevolata
  • esigenze di capitale circolante, nel limite del 20% delle spese complessivamente ritenute ammissibili, per il pagamento di: materie prime, materiale di consumo; servizi di carattere ordinario, strettamente necessari allo svolgimento dell’attività dell’impresa; godimento di beni di terzi, inclusi spese di noleggio, canoni di leasing; oneri per la garanzia richiesta per l’erogazione del contributo a titolo di anticipazione
RICHIEDI INFORMAZIONI

Presentazione della domanda

L’iter di presentazione della domanda è articolato nelle seguenti fasi:

compilazione della domanda:

  • a partire dalle ore 10.00 del 5 maggio 2022, per gli interventi di avvio di nuove imprese
  • a partire dalle ore 10.00 del 24 maggio 2022, per gli interventi di sviluppo e consolidamento delle imprese

presentazione della domanda di agevolazione:

  • a partire dalle ore 10.00 del 19 maggio 2022, per gli interventi di avvio di nuove imprese
  • a partire dalle ore 10.00 del 7 giugno 2022, per gli interventi di sviluppo e consolidamento di imprese già esistenti

La gestione delle risorse del fondo impresa donna è affidata a Invitalia. La procedura è a sportello e le domande vanno presentate esclusivamente per via telematica nell’apposita sezione del sito web.

Con prossimi provvedimenti ministeriali verranno infine rifinanziate gli altri incentivi già avviati, come Imprese ON (Oltre Nuove Imprese a Tasso zero).

Vuoi saperne di più? Puoi contattare la S.C.I. Network Group