Finanziato dal PNRR il nuovo incentivo che favorisce la transizione digitale di attività culturali e creative

E’ attivo il nuovo incentivo “Transizione digitale organismi culturali e creativi” – TOCC che favorisce l’innovazione e la digitalizzazione delle micro e piccole imprese, enti del terzo settore e organizzazioni profit e no profit.

La misura è promossa dal Ministero della Cultura e gestita da Invitalia

A chi si rivolge

Possono presentare domanda di finanziamento le micro e piccole imprese, in forma societaria di capitali o di persone, incluse le società cooperative, le associazioni non riconosciute, le fondazioni, le organizzazioni dotate di personalità giuridica no profit, nonché gli Enti del Terzo settore che operano nei settori culturali e creativi e nei seguenti ambiti di intervento:

  • Musica
  • Audiovisivo e radio
  • Moda
  • Architettura e design
  • Arti visive
  • Spettacolo dal vivo e festival
  • Patrimonio culturale materiale e immateriale
  • Artigianato artistico
  • Editoria, libri e letteratura

Spese ammissibili

Gli interventi devono avere i seguenti obiettivi:

  • creazione di nuovi prodotti culturali e creativi per la diffusione live e online

  • diffusione dei prodotti culturali verso nuovo pubblico (diminuzione del divario territoriale, raggiungimento categorie deboli) e verso l’estero

  • fruizione del proprio patrimonio attraverso piattaforme digitali, nuove modalità e nuovi format narrativi

  • digitalizzazione del proprio patrimonio con obiettivo di conservazione, maggiore diffusione e condivisione

  • incremento del crowdsourcing e sviluppo di piattaforme open source per la realizzazione e condivisione di progetti community-based

RICHIEDI INFORMAZIONI

Transizione digitale organismi culturali e creativi: le agevolazioni

Le agevolazioni sono concesse sotto forma di contributo a fondo perduto, fino all’ 80% delle spese ammissibili e comunque per un importo massimo di € 75.000.

Pertanto, la quota non coperta dalle agevolazioni deve essere finanziata dall’impresa stessa con risorse proprie.

Alcuni esempi di spese finanziabili:

  • impianti, macchinari e attrezzature nuove di fabbrica
  • componenti hardware e software
  • brevetti, marchi e licenze
  • certificazioni, know-how e conoscenze tecniche direttamente correlate al progetto da realizzare
  • opere murarie nel limite del 20% del progetto di spesa complessivamente considerato ammissibile

Presentazione della domanda

E’ possibile presentare l’apposita domanda, esclusivamente in via telematica, dal 3 novembre e fino alle ore 18:00 del 1 febbraio 2023.

Per richiedere le agevolazioni è necessario essere in possesso di una identità digitale (SPID, CNS, CIE).

Vuoi saperne di più? Puoi contattare la S.C.I. Network Group